Una storia vera,una storia come tante.(Riflessioni)

MilleMigliaDiSogni

Le giornate erano lente e noiose, la maggior parte del tempo la passavo in soggiorno ad ascoltare musica, in quella stanza il mondo era chiuso fuori, ero al sicuro. Li’ potevo viaggiare con la fantasia e sognare , la musica mi faceva sognare la California, New York, e altri magnifici luoghi, dentro di me speravo un giorno di poterci andare, leggendo i  libri di James Joyce, Oscar Wilde, Andersen, Proust, Hemingway, Sheakspeare e tanti ancora,immaginavo di essere parte delle storie.Potevo camminare a piedi nudi sui verdi prati irlandesi,  e sedermi all’ombra di un faro a guardare le onde dell’Atlantico infrangersi sugli scogli delle alte scogliere di Moher, sognavo di trovarmi a Roma,girando il centro tra Via Margutta, Campo dei Fiori o Porta Portese, sognavo di trovarmi ovunque e di vivere una vita normale, la mia vita. Ma bastava lo squillo del telefono o qualcuno della famiglia che veniva a chiamarmi…

View original post 1.031 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...